venerdì 23 settembre 2011

La Quarta Guerra Punica

Fermi tutti!

Non correte subito a verificare sui vostri vecchi libri di scuola che le guerre puniche si sono fermate a tre!
Si tratta, piuttosto, di una manutenzione straordinaria dell’aiuola di Quarto Inferiore.

Laddove avevamo steso il brecciolino rosso, stavano spuntando erbacce infestanti che rendevano davvero antiestetico il risultato raggiunto e cosi’ siamo passati alle maniere forti.

Avendo terminato le scorte di Napalm e di Agente Arancio (che non e' un conto in banca!) custodite nel bunker dove programmiamo i nostri assalti, abbiamo preso spunto dal sistema che usarono i Romani per trasformare Cartagine in un deserto.

E cosi’, il ghiaino rosso e’ stato generosamente irrigato di acqua e sale.

Dopo un paio di giorni, le erbe infestanti hanno cominciato a mostrare i primi segni di ingiallimento.

Sepriamo di non venir denunciati per uso di armi chimiche vietate dalla Convenzione di Ginevra….

Contro le malerbe, un numero una garanzia!

Piu' che Agente Arancio, Agente Verde!

Sempre in tema di colori....

venerdì 16 settembre 2011

"Questi clandestini ci rubano il lavoro!"


Proprio mentre sta per suonare la nuova chiamata alle vanghe, sentiamo il dovere di denunciare un fatto importantissimo: qualcuno ci sta rubando il lavoro.

O forse ci sta aiutando.

No, non siamo impazziti.
O forse si, forse stiamo impazzendo dalla gioia.

Andiamo con ordine.

Come sapete, durante la Giornata Internazionale del Girasole del maggio scorso abbiamo seminato girasoli (ma va’?)  e con spirito decisamente anarchico, abbiamo anche piantato otto oleandri in via Malvasia.

Vi abbiamo gia’ raccontato del furto di ben sei piante e – credeteci – la piu’ semplice ed educata maledizione che abbiamo invocato contro il ladro e’ stata:

“Speriamo sia allergico ai fiori d’oleandro”.

Nonostante la disavventura, la nostra guerrigliera Nejken ha continuato a prendersi cura delle aiuole, fino a quando sono spuntati i girasoli d’assalto.
Nel frattempo, abbiamo ricevuto una bellissima sorpresa scoprendo che qualcuno aveva piantato una piantina di basilico al posto di un oleandro trafugato.

E oggi, abbiamo una notizia ancora piu’ bella!

Il Guerrilla Gardener clandestino ha colpito ancora e sono comparsi due splendidi oleandri!

Non solo: un altro basilico e’ stato messo a dimora!!

E non basta!!!
C’e’ anche un’altra pianta di cui non sappiamo il nome, dalle foglie verdi screziate di bianco!!!!

Per non correre il rischio che qualche manutentore del verde possa rasare a zero le piante, Nejken ha provveduto immediatamente a proteggerle con una piccola recinzione di fortuna.

Noi, che avevamo gia’ pensato di tornare a mettere mano (e zappa) all’aiuola per rimpiazzare le piante di oleandro, non possiamo che essere contenti di un fatto del genere, visto che lo spirito con cui abbiamo agito, ha contagiato qualche misterioso passante che quel giorno di maggio ci ha visti scavare un pezzo di terra abbandonato, e che ha deciso di “rubarci il lavoro” e di aiutarci a rendere la nostra citta’ un posto migliore.

A questo punto, possiamo aggiungere un episodio del genere all'elenco dei validi motivi per fare Guerrilla Gardening!

Terra di Nettuno

PS: le buone notizie non vengono mai da sole. E’ stato riposizionato l’irrigatore automatico sull’aiuola di Quarto Inferiore. Evidentemente, e’ tornato dalle vacanze chi aveva dato la propria disponibilita’! Evviva!



Uno degli oleandri superstiti

La piantina verde e bianca

Due nuovi oleandri fanno compagnia
a quello rimasto dopo il furto

La seconda pianta di basilico


Le recinzioni a salvaguardia delle nostre piante




martedì 13 settembre 2011

International Tulip Guerrilla Gardening Day


Il 9 ottobre 2011, Terra di Nettuno partecipa alla Giornata Internazionale del Tulipano.
Temibili guerriglieri armati di bulbi, percorreranno le strade di Bologna e attaccheranno aree che a primavera risplenderanno dei gioiosi colori dei tulipani.

Partecipa anche tu!

Unisciti a noi oppure agisci in solitaria: tutto cio' che devi fare e' cercare un'aiuola, un vaso abbandonato o una buca d'albero adatta e che non venga falciata durante l'inverno, interrare un bulbo e "dimenticartene" fino alla bella stagione. Il tempo, fara' il resto del lavoro.

A tutti i partecipanti e' richiesto:
1) un sacchetto di bulbi di tulipano
2) una paletta per scavare (o un piu' sofisticato piantabulbi)
3) voglia di divertirsi e di colorare la citta'.


Attenzione: e' severamente vietato piantare i bulbi nel verso sbagliato, altrimenti le piante sbucheranno nell'altro emisfero!


A breve, vi forniremo altre informazioni, il punto di ritrovo e le aree scelte per l'attacco.

Seguiteci su